RSS

Ed è di nuovo route!

06 Ago

Viene il giorno in cui chiedi a te stesso dove voli
viene il tempo in cui ti guardi e i tuoi sogni son caduti
E’ il momento di rischiare di decidere da soli
non fermarsi e lottare per non essere abbattuti

Penso sia questo lo spirito di una route: partire, mettersi sulla strada per rischiare, smuovere il mondo che ci sta attorno iniziando proprio da noi. Un piccolo segno, certo, ma un inizio.
Siamo chiamati a portare quel qualcosa che ciascuno di noi ha di speciale – di unico – anche agli altri; si porta i propri doni solo attraversando le strade che agli altri ci conducono.

Con questo spirito domani spingerò di nuovo i miei passi sulla strada. E’ qualche anno che non cammino in route, d’estate: le mie esperienze da capo in R/S non hanno mai condotto a questo, non così a fondo (e questa neppure è una completa route di strada). Da domani tornerò pellegrino, percorrerò i sentieri della Via Francigena come i penitenti del medioevo, come loro sarò in cerca di me rimanendo sulla strada.
Mettersi in cammino è, prima di tutto, camminare per sé stessi e dentro sé stessi; può suonare banale, può suonare scontato ma dalla strada ho imparato più che dai libri. La fatica ti costringe a ponderare davvero i tuoi limiti, ti mette faccia a faccia con tutto il tuo essere uomo. Non c’è tecnologia, non c’è inganno che aggiri questa tua fragilità. Sei solo con il tuo cuore che pulsa, con i muscoli che urlano, con la schiena che duole la sera. La strada è, prima di tutto, mettersi in gioco senza remore, senza tirarsi indietro, senza “ma”.

In realtà, a ben vedere, non sei solo. Sulla strada sei assieme ai tuoi compagni di viaggio. Da domani ne avrò non pochi.
Ho vissuto una splendida route a dicembre, un campo di formazione che ha formato più me che il capo che è in me. Proprio la strada, proprio la fatica, proprio la difficoltà ha dato a quella route un tono completamente diverso ed è stato occasione di indagare ancora più a fondo dentro di me. Non è facile, spesso neppure fa piacere.
La Route, con la fatica, fa emergere spesso parti di noi che non ci è facile accettare; camminare in comunità significa aiutarsi in questo confronto con il proprio io, sostenersi fisicamente e spiritualmente, sorreggersi quando si è troppo stanchi, festeggiare in cima alla vetta, la sera attorno alla tenda.

Il cammino della route è anche abbandonare la quotidianità, cercare di chiudere oltre la soglia il lavoro, lo studio, i problemi di ogni giorno e prendersi uno spazio per sé stessi. Siamo importanti ben più dei problemi, delle domande, dei quesiti che ci circondano ogni giorno e che assillano le nostre vite. Sulla strada abbiamo occasione di restituire lo spazio giusto a ciascun aspetto della nostra esistenza, riequilibrare le sorti in una società sempre più complessa, sempre più alienante. Non è fuggire, però; è prendere coscienza per cambiare. Sulla strada non scappi dalla tua vita ma ne prendi una visione distaccata, la studi con maggiore attenzione; ti fai un’idea di dove intervenire, come cambiarla, in che direzione svoltare al prossimo bivio. La strada è la miglior palestra per camminare da soli ogni giorno.

Lo spirito dell’uomo e della donna della strada sono in queste semplici cose. Domani saremo più che uomini e donne sulla strada, saremo pellegrini in cammino per pregare. Il pellegrinaggio è una tradizione cristiana antichissima e racchiude – sviluppa, aumenta, suggella – i temi che la strada pone a un rover e a una scolta. Questo credo che sia alla radice della scelta di fare un pellegrinaggio, per quanto breve, per quanto senza una meta “forte” sulla cartina. Trovo che fare strada significhi molto, ma farla pellegrinando significhi ancor di più. Camminerò cercando il Padre, ponendogli ogni giorno le domande che hanno angustiato queste settimane, sapendo che nella fatica, nella compagnia, nella gioia della meta e nel silenzio delle montagne saprà darmi una risposta. Io dovrò saperla trovare.

Camminerò con i miei “bambini”. Nutro un profondo affetto per questi “poveri disgraziati” che hanno la sventura di trovarsi me come educatore; ambisco, però, a lasciare qualcosa di me in ognuno di loro. Forse sapranno prendere spunto da un mio difetto per fare di meglio, forse troveranno divertente una mia ricetta da route, forse penseranno che una mia riflessione possa dar loro qualcosa o li stimolerà a smontarla, a metterla in crisi, a uscirne migliore. Sono però certo di avere la voglia e la volontà di camminare con loro: si cresce tutti assieme, sulla strada, e non ci sono vecchi capi che non hanno nulla da imparare da giovani novizi. Anche questo ci ricorda sempre la strada: l’umiltà.
Spero di averne la giusta dose per affrontare questa splendida route nel migliore dei modi.

E per ora… buona strada a tutti!!!

P.S.: per chi ci ha già lasciato, un ancor più forte Buona Strada e la speranza di riabbracciarlo giovedì sera alla grande festa!

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 6 agosto 2011 in Diari, Sproloqui

 

Tag: , , ,

Una risposta a “Ed è di nuovo route!

  1. Palla

    7 agosto 2011 at 21:30

    come al solito riesci a usare molto bene le parole per esprimere tutto quello che hai dentro e che spesso e volentieri tieni nascosto in attesa di prendere una forma defintiva….ti voglio davvero bene e ti auguro di incontrarlo sto benedetto Padre e che questa esperienza ti possa aiutare a ritrovare la rotta e l’equilibrio che tanto sono stati destabilizzati in questo ultimo periodo….

    Alle VdB ho raccontato ai miei “bambini” quanto sia importante la stella polare per un viaggiatore….Spero che tu, in questi giorni, la possa trovare e spero che io possa essere per te una piccola stella sempre presente che ti possa tener compagnia, illuminare il cammino anche nelle sere più oscure e che possa risplendere chiarissima nelle giornate più dolci e belle!!!!

    ti amo tesoro mio e grazie per queste parole che ci hai donato perchè sono davvero molto belle

    buona strada e buona caccia!!!!!

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: